SANITA': NEONATA MORTA, AIOP CATANIA "NON CRIMINALIZZARE CLASSE MEDICA"

on . Postato in Notizie

IMG 3268 3 113x200CATANIA (ITALPRESS) - "E' impensabile e semplicistico attribuire responsabilita', ai medici o a una singola struttura, ancora prima che le inchieste abbiano fatto piena luce sulla vicenda. Nel drammatico caso della piccola Nicole, la realta' e' ben piu'complessa e ha fatto emergere alcune criticita' dell'intero sistema sanitario regionale. Andrebbe attivata una  seria riflessione sulla qualita' del servizio d'assistenza in Sicilia e sulla necessita' di avviare un  reale percorso di efficientamento del sistema per garantire ai cittadini un'assistenza sanitaria di qualita'. E bisognerebbe individuare esattamente cosa non ha funzionato". Ad affermarlo e' Ettore Denti, presidente di Aiop-Catania, l'associazione che rappresenta le case di cura, sottolineando che "in provincia di Catania non e' stato mai attivato il Servizio per il trasporto di emergenza neonatale (Sten) e il Servizio di trasporto materno assistito (Stam), obbligatori per legge, secondo quanto stabilito dalle Linee di indirizzo per la promozione e il miglioramento della qualita', sicurezza e appropriatezza degli interventi assistenziali nel percorso nascita e dal decreto regionale del 2 dicembre 2011.

Il Tar di Sicilia accoglie il ricorso dell'Aiop

on . Postato in Notizie

cittadiniCittadini: "Piena soddisfazione per la sentenza del Tar."

Abbiamo registrato, non senza soddisfazione, che la sez. III del TAR Sicilia - Palermo, con sentenza n. 150/2015, ha accolto il ricorso presentato dall’AIOP Sicilia, finalizzato all’annullamento del Decreto dell’Assessorato regionale della Salute n. 678/2014, con il quale era stato approvato il “Programma Operativo di Consolidamento e Sviluppo delle misure strutturali e di innalzamento dei livelli di qualità del sistema sanitario regionale per il triennio 2013-2015. La decisione del TAR attesta la irragionevolezza ed illegittimità delle scelte adottate dall’Assessorato regionale della Salute, con riferimento alla programmazione dei posti letto per acuti. E' stata, in particolare, dimostrata la correttezza della tesi, che l'Aiop ha, sempre, sostenuto, che la rete ospedaliera deve tenere conto dei posti letto per acuti realmente attivati e che, ad oggi, la Regione Sicilia rispetta, sostanzialmente, lo standard nazionale di 3 posti letto per acuti ogni mille abitanti, fissato dall’art. 15 comma 3 lett. c della L. n. 135/2012.

Lorenzin: la chiusura delle cliniche con meno di 60 posti letto va riprogrammata. L'intervento all'Assemblea Aiop

on . Postato in Notizie

assembleaaiop07052014Assemblea Straordinaria di Aiop, l'Associazione Italiana Ospedalità Privata:

«Fare cassa tagliando la sanità non è più possibile. La sanità – ha affermato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin nel suo intervento – è un comparto che ha già dato tanto da questo punto di vista e non era più in grado di sostenere tagli lineari. Ovviamente dobbiamo apportare dei miglioramenti al sistema per renderlo sostenibile. Dobbiamo migliorare la governance e tagliare gli sprechi, riportare la salute e le politiche sanitarie al centro dell'agenda politica dell'Italia e dell'Ue. Le politiche sanitarie non devono essere fatte dal ministero dell'Economia come è avvenuto, ma dal ministero della Salute».